Cancro: quando può essere reversibile? Se ne parla il 9 aprile ad Abano Terme

28 marzo 2017
Cancro: quando può essere reversibile? Se ne parla il 9 aprile ad Abano Terme

L’associazione Scienza e Arte della Salute ha organizzato il 9 aprile ad Abano Terme (PD) un convegno in collaborazione con Oncovita per parlare dello stato dell’arte della ricerca internazionale sulla riprogrammazione delle cellule tumorali e delle evidenze cliniche che riportano di guarigioni totali dal cancro. 

Il cancro può essere reversibile? La risposta sembrerebbe essere sì. A fianco alle numerose evidenze cliniche di regressioni totali del cancro la ricerca sta riuscendo a dimostrare come sia possibile riprogrammare le cellule tumorali “correggendo” i danni del DNA.

Appuntamento al 9 Aprile ad Abano Terme

Domenica 9 aprile dalle ore 14:00 presso l’Alexander Palace Hotel di Abano Terme (PD), l’associazione Scienza e Arte della Salute (www.artedellasalute.it) ha organizzato un convegno in collaborazione con il portale di divulgazione Oncovita (www.oncovita.it) nel quale si parlerà dello stato dell’arte della ricerca internazionale sulla riprogrammazione delle cellule tumorali.

Nutrire di informazioni positive la mentalità comune che associa una diagnosi di tumore ad una condanna a morte, è uno degli obiettivi della giornata.

In un mondo dove persino i giornali hanno pudore nel parlarne e si nascondono dietro frasi come “morto di un male incurabile” o “se n’è andato per un brutto male” è fondamentale diffondere la consapevolezza dei molti casi di guarigioni totali dal cancro. La medicina ne è costantemente testimone e la ricerca sta progredendo velocemente nel comprendere i meccanismi che possono portare a questi risultati.

Parallelamente all’evoluzione delle chemioterapie e delle tecniche chirurgiche che hanno permesso l’aumento dell’aspettativa di vita, sta emergendo sempre con più forza un nuovo approccio della medicina verso la cura del cancro, alcuni parlano di “nuovo paradigma” altri più semplicemente di evoluzione della medicina da “distruttiva” a “riparativa/rigenerativa”.

La riprogrammazione delle cellule tumorali

Da più di 30 anni, anche grazie ad un ricercatore italiano, il dott. Pier Mario Biava si sta sviluppando la ricerca sulla riprogrammazione delle cellule tumorali. Addirittura proprio per ricerche su questo argomento è stato assegnato il premio Nobel 2012 ai ricercatori John Gudron e Shinya Yamanaka.

Sarà proprio Biava il protagonista della giornata del 9 aprile dove racconterà ad una ricca platea (attese più di 1.000 persone) come è iniziata la ricerca, a che punto è oggi e soprattutto quali prospettive concrete per i malati di tumore.

Nella giornata interverranno anche Marcello Pamio, moderatore, che si concentrerà sull’importanza dell’alimentazione nella prevenzione e nel sostegno delle cure, il dott. Andrea Pensotti, direttore del Centro Studi Saluteuropa ed impegnato nello studio dei meccanismi alla base dell’effetto placebo e delle connessioni con la coscienza, il dott. Emil Dobrea, medico rumeno specializzatosi in USA e grande conoscitore di medicina integrata e biofisica, (si deve anche a lui l’introduzione in Italia delle prime macchine di biorisonanza) ed infine il dott. Paolo Rossaro, medico in prima linea nella cura delle persone e nel tener vivo il vero spirito della medicina: quella vissuta come missione al servizio delle persone, quella che guarda al paziente come uomo e non solo come malato, quella che sa distinguere tra protocollo e personalizzazione delle cure.

Info evento

Domenica 9 Aprile 2017 – dalle 14:00 alle 18:30 INGRESSO GRATUITO fino ad esaurimento posti

Alexander Palace Hotel, Via Martiri d’Ungheria 24 – Abano Terme (PD)

per  ulteriori informazioni: www.artedellasalute.it e info@artedellasalute.it