Quali alimenti evitare per ridurre il rischio di sviluppare un tumore al seno?

16 giugno 2017
Quali alimenti evitare per ridurre il rischio di sviluppare un tumore al seno?

Come per molte altre malattie, il tumore al seno è una condizione piena di complessità e sfumature. Diversi sono i fattori che concorrono allo sviluppo di questa malattia, alcuni sono incontrollabili, come i fattori genetici ed ereditari, altri però dipendono dalle nostre decisioni.

 

Fumare e avere un’alimentazione non equilibrata, ad esempio, possono influenzare le possibilità di ammalarsi.

Ecco allora una serie di cibi che sarebbe meglio evitare:

  • Carne rossa e lavorata: Composti presenti nella carne rossa, le ammine eterocicliche (HCA), stimolerebbero la formazione del tumore. Inoltre, gli amminoacidi presenti nella carne rossa aumentano il rischio di cancro aumentando l’ossidazione e stimolando la produzione di insulina nell’organismo. Molte carni lavorate e salumi spesso contengono alte quantità di grassi, conservanti e sale, nessuno dei quali è favorevole alla prevenzione del cancro. Alcune delle carni in questione sono manzo, carne di maiale, prosciutto, hot dog e pancetta, che contiene anche nitrito di sodio, un additivo responsabile dell’insorgere del cancro.

 

  • Zuccheri: In uno studio svolto dal Centro per il Cancro Anderson dell’Università del Texas è stato scoperto che le cavie che seguivano una dieta ricca di zuccheri erano più predisposte a sviluppare un tumore mammario. Lo zucchero, infatti, può aumentare i livelli di glucosio nel sangue, forzando il corpo a produrre più insulina. L’insulina prodotta incoraggia la crescita delle cellule cancerogene e può anche alzare i livelli di estrogeni. Inoltre il consumo eccessivo di zucchero contribuisce all’insorgere di altri fattori di rischio come una maggiore densità dei tessuti mammari e infiammazioni sistemiche.

 

  • Alcool: Un consumo regolare di bevande alcoliche può causare danni alle cellule del DNA e aumentare i livelli di estrogeni. Anche l’impronta genetica può contribuire all’insorgere della malattia in quanto coloro che metabolizzano più velocemente l’alcohol sarebbero maggiormente a rischio cancro rispetto a coloro che lo metabolizzano più lentamente. Certo è che un bicchiere di vino al giorno non fa male a nessuno!

 

  • Grassi: Mentre non tutti i grassi sono “cattivi” – i grassi di frutta e verdura sono associati ad un rischio inferiore di avere il cancro – alcuni sono peggiori di altri. Come per l’alcohol, il consumo giornaliero di grandi quantità di cibi contenenti grassi trans e saturi aumenta le possibilità di sviluppare il tumore al seno.

 

Ci sono molti altri alimenti che gli esperti consigliano di evitare come latte, burro o formaggi troppo grassi; derivati della carne come il lardo; oli vegetali come quelli estratti dalla soia o dai semi di girasole perché ricchi di grassi polinsaturi.

Non è necessario eliminare completamente questi alimenti dalla propria dieta, ma quanto meno limitare la loro assunzione giornaliera e seguire una sana e equilibrata alimentazione. Quali alimenti introdurre? Prodotti ricchi di fibre, pesce azzurro e tè verde vengono consigliati.

Ad una corretta alimentazione vanno associati anche esercizio fisico e una giusta prevenzione.

 

 

Leggi questi articoli per approfondire:

Tumore al seno: un nuovo test genetico per individuare la malattia e evitare la chemioterapia

Le fragole: un’arma per combattere il tumore al seno

Gli alimenti che ti proteggono dal cancro al seno

 

Fonti:

http://www.medicalnewstoday.com/articles/316720.php

http://foodforbreastcancer.com/foods/sugar

http://www.nbcnews.com/id/39726407/ns/health-cancer/t/what-you-should-eat-avoid-beat-breast-cancer/#.WQcr07FaagR

http://www.breastcancer.org/research-news/20080411b

https://www.mdanderson.org/newsroom/2015/12/sugar-in-western-diets.html